Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2020-2022

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

http://www2.comune.prato.it/avvisi/2019/archivio17_12_538_446_25.html

Esami anno 2019 per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto

Esame per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto.

16/01/2020 pubblicata errata corrige con determinazione dirigenziale n. 29

Avviso recante le modalità di accesso ai contributi per gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari della provincia di Prato per l’anno 2019 per il finanziamento di interventi educativi e formativi

Avviso 2 - Oggetto: Avviso recante le modalità di accesso ai contributi per gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari della provincia di Prato per l’anno 2019 per il finanziamento di interventi educativi e formativi

Scadenza 16.12.2019

Plastic – Free: avviso recante le modalità di accesso ai contributi per gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari della provincia di Prato per l’anno 2019 per il sostegno a progetti di sviluppo sostenibile

Avviso  1 - Oggetto: Plastic – Free: avviso recante le modalità di accesso ai contributi per gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari della provincia di Prato per l’anno 2019 per il sostegno a progetti di sviluppo sostenibile

Scadenza 11.12.2019

Esami anno 2019 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti esame.

v. allegati

Modello Unico Nazionale di Segnalazione Certificata di Inizio attività di Autoscuola

Seconda sessione esame per autotrasportatore di cose e merci

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni  

Impianti sportivi provinciali. Secondo avviso. Assegnazione

ASSEGNAZIONE PALESTRE PROVINCIALI: SECONDO AVVISO PER ORARI DISPONIBILI STAGIONE SPORTIVA 2019/2020

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

 

Rinnovato anche nel 2015 il protocollo d'intesa per l'accoglienza dei bambini Saharawi. Partner dell'accordo la Provincia, tutti i Comuni, e le associazioni Zemla, Ban Slout Larbi e il gruppo La storia camminata. Il 29 luglio a palazzo Buonamici i piccoli riceveranno la “cittadinanza simbolica”

PRATO Rinnovato anche nel 2015 il protocollo d'intesa che garantisce l'ospitalità di un gruppo di bambini Saharawi sul nostro territorio durante il mese di luglio. Firmatari del patto, siglato questa mattina a palazzo Buonamici, sono Provincia e Comune di Prato, i Comuni di Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano, Cantagallo, Carmignano e Vernio, insieme all'associazione Zemla e il gruppo trekking La Storia camminata di Montemurlo, il coordinamento Toscano di sostegno alla Repubblica Saharawi e l'associazione Ban Slout Larbi.

Alla firma erano presenti il presidente della Provincia Matteo Biffoni, il vice sindaco di Prato Simone Faggi, gli assessori di Montemurlo Luciana Gori e di Poggio Francesco Puggelli, Romana Pacetti del gruppo trekking La Storia camminata e Sandro Volpe per l'associazione Ban Slout Larbi.

Già arrivati la scorsa settimana, gli undici bambini, tutti provenienti da Tinduf, resteranno sul nostro territorio fino ai primi di agosto. Per mercoledì 29 luglio è prevista a palazzo Buonamici una cerimonia che li vedrà protagonisti, a loro infatti sarà attribuita simbolicamente la cittadinanza italiana come ambasciatori di pace.

Il rinnovo del protocollo di accoglienza è un esempio di solidarietà concreta – ha detto Biffoni – I piccoli Saharawi potranno godere di un periodo di tranquillità in strutture adeguate alle loro esigenze di bambini e potranno eseguire visite mediche e controlli necessari”.

L'impegno del comune di Prato – ha aggiunto Faggi – oltre al contributo economico ha un valore politico. Vogliamo dimostrare la vicinanza e il sostegno ai Saharawi e mantenere viva l'attenzione sul loro destino.”

D'accordo anche Gori e Volpe che hanno ribadito la necessità di un impegno di sensibilizzazione ai governi per il riconoscimento del diritto di cittadinanza di questo popolo che vive esiliato da quaranta anni nel deserto algerino dell’Hammada dopo l'invasione da parte del Marocco del territorio del Sahara. Le loro condizioni sono alleviate dall’invio di aiuti umanitari e dall’ospitalità di bambini, nei periodi estivi, da parte di alcuni enti e associazioni.

Il protocollo rinnovato oggi prevede l'ospitalità a gruppi di bambini, di età compresa tra gli otto e i quattordici anni, con la collaborazione di associazioni umanitarie, enti locali e privati. In particolare quest'anno sono i piccoli saranno ospitati nelle strutture dell'associazione La storia camminata situate nel comune di Montemurlo, nel loro soggiorno i i bambini sono accompagnati da un adulto.