ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

ELEZIONI PROVINCIALI 2019

Al seguente link è consultabile il sito per le ELEZIONI PROVINCIALI 2019:

https://elezioni2019.provincia.prato.it

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

 Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

Avviso per antenne antidiscriminazione

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti dell'esame

 

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada.   Esiti dell'esame

 

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

PRATO Lavoro, occupazione, imprese. Anche i numeri del Centro per l'impiego della Provincia di Prato confermano la svolta del primo semestre 2015, che si mostra molto più vivace e con le imprese che tornano ad affollare lo sportello delle offerte di lavoro.

I dati del 2014 ma soprattutto quelli del 2015 ci presentano una realtà che comincia a reagire alla crisi – commenta infatti il direttore del Centro per l'impiego Michele Del Campo – Al 30 giugno di quest'anno le aziende che hanno utilizzato i servizi del Centro per l'impiego sono già complessivamente più di 3.400, mentre in tutto il 2014 si sono fermate a circa 5.200. E quelle che richiedono personale sono già 577, più delle 507 dell'intero 2014”. Ma è l'efficienza la cifra maggiormente positiva del Centro per l'impiego di Prato che media l'8,5% degli avviamenti di tutta la provincia, il 14% se si considerano anche i tirocini. Percentuali molto alte rispetto alla media nazionale.

L’esperienza del Centro per l’Impiego dimostra che un sistema basato sulla cooperazione tra tutti gli attori del mercato del lavoro è un modello efficace che aiuta lo sviluppo locale sia a favore dei lavoratori, che acquisiscono fiducia in una possibile collocazione al lavoro e adeguano la propria professionalità, sia a favore delle aziende, che non solo trovano il personale richiesto, l’85% delle aziende che si rivolgono al Centro per l’Impiego trovano le professionalità che cercano, ma fungono da stimolo per sviluppare una cultura dei servizi per l’impiego.

In soldoni da via Galcianese nel primo semestre 2015 sono passate 2.159 AZIENDE che hanno utilizzato il servizio mediazione (2.834 in tutto il 2014) e 579 sono state utenti dello sportello tirocini (1.054 in tutto il 2014). 577, come si è detto, hanno rischiesto personale e il collocamento mirato ha coinvolto 6.820 imprese. I LAVORATORI utenti del Centro per l'impiego nel primo semestre del 2015 sono stati 63.568 (contro i 104.165 dell'intero 2014), 5.456 i colloqui di orientamento realizzati e 542 i tirocini (erano 896 in tutto il 2014). Lo sportello imprenditoria ha avuto 600 utenti, mentre è in calo il ricorso allo sportello emergenze con solo 110 lavoratori (contro gli oltre mille del 2014). Già 600 i posti di lavoro richiesti e 25 mila le candidature raccolte (oltre 45mila in tutto il 2014) delle quali 8.500 sono state preselezionate e inviate alle aziende.

SERVIZIO MEDIAZIONENel primo semestre 2015 la richiesta di lavoro cresce del 5% rispetto all’intero 2014 nel settore tessile-abbigliamento, che all’interno del comparto industria e artigianato rappresenta il 46% della domanda. La domanda di lavoro si orienta soprattutto verso l’operaio qualificato (60%) e l’impiegato qualificato (25,4%), a conferma di un distretto che ha bisogno di competenze. Dal 2013 e fino ai primi mesi del 2015 l'influenza esercitata dalla crisi è stata forte e per il Centro per l'impiego è stato vitale ricorrere a politiche di coinvolgimento aziendale più mirate. In particolare le politiche di marketing hanno coinvolto più aziende a cui si sono offerti servizi maggiormente personalizzati e ciò ha permesso di incrementarne il numero. Nel corso del 2014 sono state 507 le aziende hanno assunto attraverso il Centro per l’Impiego, con un aumento rispetto al 2013 di circa il 28%. Ma anche i posti di lavoro richiesti sono cresciuti del 26%, con una prevalenza nel terziario (47%) seguito dall’industria (43%). Un risultato importante se si tiene conto del fatto che nel 2014 il fenomeno della corsa al lavoro ha ostacolato l'efficacia del sistema. Il bisogno di lavoro fa sì che ci si candidi per qualsiasi cosa rendendo difficile il compito a chi deve far incontrare efficacemente domanda e offerta attraverso la preselezione.

TIROCINI - I tirocini attivati in tutta la provincia nel primo semestre del 2015 sono 660 di cui 542 sono stati promossi dal Centro per l’impiego. Al termine circa il 48% si trasforma in rapporto di lavoro. A distanza di sei mesi lavora il 60% dei tirocinanti.

LE PROFESSIONI – Nella banca dati del Centro per l'impiego sono presenti tutte le professioni, ma l’offerta di lavoro è cambiata notevolmente, da qui gli allarmi spesso lanciati dalle aziende che non trovano addetti. Perché il sistema sia efficace occorre organizzare la rete della ricerca di professionalità in un raccordo tra istituzioni, banche dati e canali informali, definendo bene quali sono le competenze distintive e competitive di cui ha bisogno un’azienda e lavorando sull'integrazione tra formazione, motivazione e incentivazione al lavoro.