AGEVOLAZIONI CONCESSE A SEGUITO DELLA EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID - 19 AI TITOLARI DI CONTRATTI DI CONCESSIONE DI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELLA PROVINCIA DI PRATO AD USO NON ABITATIVO

Entro il 15 luglio 2020 gli interessati possono presentare domanda per ottenere il contributo previsto con Atto del Presidente della Provincia di Prato n. 46 del 28.5.2020 e Determinazione Dirigenziale n. 799 del 2.7.2020, con le modalità di cui al seguente avviso:

 

Avviso rivolto a soggetti del terzo settore per manifestazione di interesse a divenire antenna antidiscriminazione

Avviso e allegati

Sospensione pagamenti canoni per concessione impianti sportivi

In attuazione di quanto disposto dal Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 (convertito in legge n. 27/20209 "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19." è sospeso il pagamento dei canoni dovuti per la concessione degli impianti sportivi provinciali, fino al 31 maggio 2020.

Si riporta il testo della norma: " Art. 95 (Sospensione versamenti canoni per il settore sportivo)1. Per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le società e associazioni sportive,professionistiche e dilettantistiche, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, sono sospesi, dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 maggio 2020, i termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali. 2. I versamenti dei predetti canoni sono effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020."

CORONAVIRUS (COVID- 19) - LA PROVINCIA DI PRATO CONTINUA AD EROGARE I SERVIZI CON LE MODALITA' DEL LAVORO AGILE

Al fine del contenimento e della prevenzione del contagio da Covid – 19, fino alla fine del periodo di emergenza stabilito dal Governo, il personale della Provincia di Prato lavorerà con le modalità del lavoro agile.

Nonostante le difficoltà organizzative legate a questo particolare momento di emergenza, gli uffici potranno quindi essere contattati telefonicamente nei normali orari di apertura al fine di trattare le pratiche per via telefonica e telematica.

L'Ufficio Protocollo riceverà le comunicazioni solo per via telematica all'indirizzo PEC :

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In via eccezionale, considerata l'impossibilità di recevere le comunicazioni cartacee, all' indirizzo sopra ricordato si potrà scrivere anche utilizzando un indirizzo mail ordinario (non di posta elettronica certificata).

Sarà nostra cura rispondervi sempre con la massima celerità ai numeri sotto indicati.

POLIZIA LOCALE: 0574-534472; 0574-534480;

UFFICIO MOTORIZZAZIONE: 0574–534407; 534750; 534412;

UFFICIO PROTOCOLLO: 0574-534530; 534606;

UFFICIO TECNICO:

• URBANISTICA ED EDILIZIA: 0574-534573; 534439; 534218;
• VIABILITA’/PERMESSI E CONCESSIONI: 0574-534573; 534439; 534269; 534748;
• AMBIENTE: 0574-534430;

SEGRETERIA GENERALE: 0574-534416; 534505;

UFFICIO RAGIONERIA: 0574-534639; 534626;

UFFICIO LEGALE: 0574-534541;

UFFICIO ISTRUZIONE E SOCIALE: 0574-534592; 534579;

UFFICIO PROVVEDITORATO: 0574-534519;

UFFICIO PERSONALE: 0574-534595; 534522;

Vi ringraziamo per la collaborazione.

Accordo attività di autoscuola

In allegato l'accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze relativamente all'avvio delle attività di autoscuola.

Proroghe termini per emergenza sanitaria coronavirus

In allegato l'avviso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Coronavirus (Covid- 19). Norme di comportamento ed informazioni utili

Coronavirus (Covid- 19). Norme di comportamento ed informazioni utili….

La Direttiva n.1  del 25/02/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri prevede che le amministrazioni nelle zone non soggette a misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19, continuino ad assicurare, in via ordinaria la normale apertura degli uffici pubblici e il regolare svolgimento di tutte le attività istituzionali.

Al fine di prevenire, comunque, situazioni di contagio si invitano gli utenti degli uffici aperti al pubblico, a privilegiare laddove possibile, le modalità telematiche di presentazione delle pratiche.

Qualora non fosse possibile, si prega di contattare, telefonicamente, l’ufficio di riferimento che darà un appuntamento allo scopo di evitare sovraffollamento degli uffici.

Al fine di dare ampia diffusione delle informazioni di prevenzione rese note dalle autorità competenti conformemente a quanto previsto dalla direttiva stessa, si invita a visitare il sito...

Portale Nuovo Coronavirus Ministero della Salute

contenente in particolare:

  1. DECALOGO DELLE REGOLE DA SEGUIRE
  2. NUMERI DI EMERGENZA
  3. CORRETTO LAVAGGIO DELLE MANI .

Nuovo Coronavirus: dieci comportamenti da seguire

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2020-2022

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

http://www2.comune.prato.it/avvisi/2019/archivio17_12_538_446_25.html

Esami anno 2019 per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto

Esame per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto.

16/01/2020 pubblicata errata corrige con determinazione dirigenziale n. 29

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

 

 

copertine libriNon ricordo come e quando ho conosciuto Giuliano Toccafondi: ricordo invece che abbiamo legato subito, forse per la passione (direi l'amore) che abbiamo entrambi per questo territorio, per i suoi monti, i suoi boschi, i suoi fiumi, la sua storia e le sue tradizioni”. Sono le parole che con cui Francesco Guccini apre la prefazione al libro di Toccafondi C'è stato un tempo in cui tutto era un giardino, parole che svelano subito il tema di fondo dell'appuntamento con Panorami della memoria, i luoghi, le storie e i personaggi dell'Appennino, che tanta parte hanno avuto anche nel percorso artistico di Guccini.

Due libri, uno ambientato nell'Appennino pistoiese, al Monachino, l'altro Tra i castagni dell'Appennino di Marco Aime, che viaggia lungo la Porrettana e nei paesaggi della memoria del cantautore emiliano.

Evento di punta del cartellone settembrino di Oltre il Giardino, la rassegna promossa da Provincia e Comune di Prato e realizzata dalla Strada dei vini di Carmignano e dei sapori tipici pratesi attraverso CasottoAtipico, la presentazione dei due volumi vedrà sul palco mercoledì 9 settembre (ore 18) Guccini e Marco Aime, impegnati un una conversazione sul filo della memoria storica, ambientale e musicale. Partecipano Simone Mangani, assessore alla Cultura del Comune di Prato e fra i promotori dell'evento, e Diana Toccafondi, attualmente a capo della Soprintendenza Archivistica per la Toscana e per lungo tempo direttrice dell'Archivio Datini di Prato, ma soprattutto figlia di Giuliano e artefice della raccolta e pubblicazione dei suoi sparsi scritti.

acquerello casa
Acquerello di Bill Homes

C'è stato un tempo in cui tutto era un giardino – La dolce Maria dalle lunghe trecce nere, il gigante Tognone con la pipa di coccio sempre in bocca, Giocondo con la passione degli alberi da frutto e Don Massimo, il prete cacciatore. Sono i personaggi che animano i racconti di Toccafondi, la gente del Monachino, che lotta con la povertà e con la guerra. E poi le canicciaie e i ricoveri per le pecore, le vecchie case scricchiolanti, laboratori e officine via via abbandonati col paese che si spopola, ma soprattutto i boschi, “un'unica fitta foresta di faggi, di castagni, d'abeti, mai interrotta da campi, a ricoprire tutte le valli, foresta nel vento che quasi mai resta”, dice Leonardo de Marchi nella sua introduzione dal titolo Tutte le terre erano sacre. E infine il Fiume, più importante di tutto, il Limentra (o la Limentra), “il grande orologio della natura”. Nella prefazione è proprio Guccini a riconoscerne la sacralità per la gente della montagna. “il Fiume che abbiamo vissuto, percorso, nel quale abbiamo pescato e imparato a nuotare – scrive Guccini – così tranquillo d'estate e violento e lutulento d'inverno, più possente del Mississippi, più misterioso del Nilo, cento volte più sacro del sacro Gange”.

acquerello casa
Acquerello di Bill Homes

Tra i castagni dell'Appenino - Un viaggio in treno lungo la Porrettana verso Pavana, per scoprire le radici delle canzoni e dei luoghi di Francesco Guccini. Un viaggio che l’antropologo Marco Aime compie fra realtà e memoria attraverso la viva voce di Guccini che apre le porte dei ricordi di una vita intera tra musica e poesia. Il libro, che porta il sottotitolo Conversazioni con Francesco Guccini ricostruisce il percorso artistico e umano di uno dei più grandi cantautori del panorama musicale italiano, facendoci partecipi della sua esperienza di vita e della sua personale visione del mondo.

Anche Pavana, come il Monachino, è una sorte di isola ritrovata, di paese della memoria con i paesaggi aspri e scuri, come i boschi dell'Appennino, le sue storie e i suoi personaggi curiosi, orgogliosi di essere concittadini di Guccini.

 

GIULIANO TOCCAFONDI – Nato a Monachino nel 1926 e scomparso nel 2013 Giuliano Toccafondi era un chimico, ma a partire dal 1993 ha scritto una serie di racconti, solo in parte pubblicati su alcune riviste, ambientati nel piccolo paese della Valle del Limentra orientale. Disegnano una sorta di geografia interiore fatta di luoghi, persone e storie che ci accompagnano in un mondo scomparso, ma le cui radici in qualche modo fanno ancora parte di noi.

Francesco Guccini - Cantautore e scrittore, è un punto di riferimento musicale, ma anche politico e letterario, per almeno tre generazioni di italiani. Tappe fondamentali della sua musica possono essere considerati Radici del 1972, Via Paolo Fabbri 43 del 1976, Fra la Via Emilia e il West del 1984, Culodritto, Quello che non... Pubblica L'ultima Thule nel novembre 2012 e dichiara di non voler più incidere e fare concerti. Prosegue invece la sua carriera di scrittore. Da Cròniche Epafàniche, a Vacca d’un cane, Cittànova Blues fino ai romanzi gialli pubblicati insieme a Loriano Machiavelli.

Marco Aime - Docente di Antropologia Culturale all’Università di Genova e autore di numerose pubblicazioni, Il primo libro di antropologia, La fatica di diventare grandi, La scomparsa dei riti di passaggio. E' anche consulente del Festival di Antropologia del contemporaneo Dialoghi sull'uomo di Pistoia.