ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

ELEZIONI PROVINCIALI 2019

Al seguente link è consultabile il sito per le ELEZIONI PROVINCIALI 2019:

https://elezioni2019.provincia.prato.it

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

 Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

Avviso per antenne antidiscriminazione

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti dell'esame

 

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada.   Esiti dell'esame

 

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Intervento contro la cattura abusiva di uccelli selvatici. Sequestrato un meccanismo con reti e tiranti e alcune specie di uccelli vivi protetti 

PRATO – Una trappola fatta di reti e tiranti, un nascondiglio fra la vegetazione per azionare il meccanismo senza attirare l’attenzione, cicoria e cardellini vivi come richiami per attirare gli uccelli. Una pratica venatoria illegale che la Polizia provinciale ha scoperto e alla quale ha posto fine cogliendo il responsabile in flagranza di reato e denunciandolo alla Procura. 

L'intervento, effettuato a seguito di una segnalazione da parte delle Guardie Ambientali Volontarie, coordinate dalla Polizia provinciale, è stato effettuato nei giorni scorsi all'interno di un'area demaniale all'altezza del viale Marconi, lungo il Bisenzio. 

Il responsabile aveva predisposto un impianto artigianale per la cattura di uccelli mediante una rete lunga circa 2 metri e larga 1. Per richiamare l’attenzione dei volatili, nei pressi della trappola, era stata sparsa della cicoria (molto appetita dai piccoli volatili) e tre cardellini vivi (anch'essi detenuti illegalmente e appartenenti a specie vietate), uno dentro una gabbia e due imbracati e legati a un filo corto. La rete veniva azionata a distanza attraverso dei tiranti in corda, per gli uccelli che si erano posati nelle vicinanze della trappola era impossibile, a quel punto, fuggire. 

Il mezzo di cattura abusivo e gli uccelli illegalmente catturati e detenuti sono stati posti sotto sequestro penale e la persona, risultata non cacciatore, denunciata per esercizio di caccia in periodo di divieto generale, per esercizio dell'uccellagione e per cattura e detenzione di specie selvatiche vietate. Tutte sanzioni penali. 

La Polizia provinciale di Prato, che tra le numerose attività d'istituto ha anche quella principale della tutela del patrimonio faunistico del territorio, ha messo a segno questo colpo contro la cattura illegale di uccelli selvatici anche grazie alla preziosa collaborazione con le GAV che forniscono sempre un supporto all’attività di prevenzione e controllo anche in materia venatoria.

Per segnalazioni o per chiedere informazioni la Polizia provinciale ricorda infine che  è sempre attivo il numero di telefono 337-317977.