ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

ELEZIONI PROVINCIALI 2019

Al seguente link è consultabile il sito per le ELEZIONI PROVINCIALI 2019:

https://elezioni2019.provincia.prato.it

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

 Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

Avviso per antenne antidiscriminazione

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti dell'esame

 

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada.   Esiti dell'esame

 

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

 edificio centro impiego

La Fil costituisce un'esperienza modello anche per la Regione e un patrimonio da salvaguardare. Le pressioni del presidente Matteo Biffoni, dei consiglieri regionali Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti, hanno trovato la piena accoglienza del consigliere del presidente della Regione Gianfranco Simoncini, che stamani – nel corso di incontro che si è svolto a Palazzo Strozzi Sacrati - ha messo sul piatto la garanzia per la proroga del contratto di servizio con le relative risorse. Dunque Fil e Centro per l'impiego continueranno per tutto il 2016 a funzionare come sempre.

Siamo riusciti a portare a casa un risultato molto positivo. Vogliamo che il sistema per l'accesso al lavoro funzioni e l'impegno per la Fil va in questa direzione – commenta soddisfatto il presidente della Provincia Matteo Biffoni - Abbiamo garantito la continuità del servizio e salvaguardato il patrimonio delle competenze grazie a un efficace lavoro di squadra di cui sono stati protagonisti Regione, Provincia e consiglieri regionali”. E stamani all'incontro con Simoncini erano presenti anche i consiglieri Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti, oltre alla dirigente del servizio Formazione e Lavoro della Provincia Franca Ferrara, al presidente della Fil Riccardo Narducci e al direttore Michele Del Campo.

Salvaguardati quindi anche i posti di lavoro della Fil, che conta 29 dipendenti e dai 30 ai 40 collaboratori a seconda del periodo. Dal 1 gennaio 2016 il Servizio lavoro finora affidato alla Provincia diventerà infatti Servizio lavoro territoriale della Regione Toscana, ma l'attività continuerà a svolgersi sul territorio così come è stato finora. Il modello di strutturazione e organizzazione della Fil, nonostante sia pressoché unico in Toscana (una società in house della Provincia) è stato giudicato di grande efficacia per le politiche che è riuscito a gestire in questi anni.

La Fil ha avuto un riconoscimento dalla Regione per il lavoro che sta facendo, un apprezzamento che ci impegna a mantenere alti livelli nella gestione del servizio – dice in proposito Michele Del Campo – Sarà necessario anche una piccola riorganizzazione del sistema per adeguarlo alle normative nazionale e regionale”.

Naturalmente si apre adesso una fase di transizione che non si annuncia breve. Messo in sicurezza il 2016 con la proroga del contratto di servizio, la Fil potrà proseguire nel prossimo anno con l'attività di orientamento, tirocini e intermediazione del mercato del lavoro, portando a termine anche i progetti aperti per quanto riguarda i percorsi formativi.

Nel frattempo proseguirà il percorso di riforma, che ha visto ad esempio nelle scorse settimane la Regione Toscana prima firmataria dell'accordo Stato-Regioni sulle competenze delle politiche attive del lavoro. I servizi per l'impiego con il compimento delle riforme istituzionali passeranno definitivamente alle Regioni, ma prima dovrà essere sciolto il nodo delle agenzie. La Toscana, lo ha dichiarato lo stesso Simoncini, ha infatti messo in stand by il progetto dell'Agenzia regionale del lavoro in attesa che il Governo definisca il modello dell'agenzia nazionale, ma il presidente Rossi ha già fatto sapere che la Toscana comunque chiederà l'autonomia speciale in materia di politiche del lavoro.