AGEVOLAZIONI CONCESSE A SEGUITO DELLA EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID - 19 AI TITOLARI DI CONTRATTI DI CONCESSIONE DI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELLA PROVINCIA DI PRATO AD USO NON ABITATIVO

Entro il 15 luglio 2020 gli interessati possono presentare domanda per ottenere il contributo previsto con Atto del Presidente della Provincia di Prato n. 46 del 28.5.2020 e Determinazione Dirigenziale n. 799 del 2.7.2020, con le modalità di cui al seguente avviso:

 

Avviso rivolto a soggetti del terzo settore per manifestazione di interesse a divenire antenna antidiscriminazione

Avviso e allegati

Sospensione pagamenti canoni per concessione impianti sportivi

In attuazione di quanto disposto dal Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 (convertito in legge n. 27/20209 "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19." è sospeso il pagamento dei canoni dovuti per la concessione degli impianti sportivi provinciali, fino al 31 maggio 2020.

Si riporta il testo della norma: " Art. 95 (Sospensione versamenti canoni per il settore sportivo)1. Per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le società e associazioni sportive,professionistiche e dilettantistiche, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, sono sospesi, dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 maggio 2020, i termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali. 2. I versamenti dei predetti canoni sono effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020."

CORONAVIRUS (COVID- 19) - LA PROVINCIA DI PRATO CONTINUA AD EROGARE I SERVIZI CON LE MODALITA' DEL LAVORO AGILE

Al fine del contenimento e della prevenzione del contagio da Covid – 19, fino alla fine del periodo di emergenza stabilito dal Governo, il personale della Provincia di Prato lavorerà con le modalità del lavoro agile.

Nonostante le difficoltà organizzative legate a questo particolare momento di emergenza, gli uffici potranno quindi essere contattati telefonicamente nei normali orari di apertura al fine di trattare le pratiche per via telefonica e telematica.

L'Ufficio Protocollo riceverà le comunicazioni solo per via telematica all'indirizzo PEC :

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In via eccezionale, considerata l'impossibilità di recevere le comunicazioni cartacee, all' indirizzo sopra ricordato si potrà scrivere anche utilizzando un indirizzo mail ordinario (non di posta elettronica certificata).

Sarà nostra cura rispondervi sempre con la massima celerità ai numeri sotto indicati.

POLIZIA LOCALE: 0574-534472; 0574-534480;

UFFICIO MOTORIZZAZIONE: 0574–534407; 534750; 534412;

UFFICIO PROTOCOLLO: 0574-534530; 534606;

UFFICIO TECNICO:

• URBANISTICA ED EDILIZIA: 0574-534573; 534439; 534218;
• VIABILITA’/PERMESSI E CONCESSIONI: 0574-534573; 534439; 534269; 534748;
• AMBIENTE: 0574-534430;

SEGRETERIA GENERALE: 0574-534416; 534505;

UFFICIO RAGIONERIA: 0574-534639; 534626;

UFFICIO LEGALE: 0574-534541;

UFFICIO ISTRUZIONE E SOCIALE: 0574-534592; 534579;

UFFICIO PROVVEDITORATO: 0574-534519;

UFFICIO PERSONALE: 0574-534595; 534522;

Vi ringraziamo per la collaborazione.

Accordo attività di autoscuola

In allegato l'accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze relativamente all'avvio delle attività di autoscuola.

Proroghe termini per emergenza sanitaria coronavirus

In allegato l'avviso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Coronavirus (Covid- 19). Norme di comportamento ed informazioni utili

Coronavirus (Covid- 19). Norme di comportamento ed informazioni utili….

La Direttiva n.1  del 25/02/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri prevede che le amministrazioni nelle zone non soggette a misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19, continuino ad assicurare, in via ordinaria la normale apertura degli uffici pubblici e il regolare svolgimento di tutte le attività istituzionali.

Al fine di prevenire, comunque, situazioni di contagio si invitano gli utenti degli uffici aperti al pubblico, a privilegiare laddove possibile, le modalità telematiche di presentazione delle pratiche.

Qualora non fosse possibile, si prega di contattare, telefonicamente, l’ufficio di riferimento che darà un appuntamento allo scopo di evitare sovraffollamento degli uffici.

Al fine di dare ampia diffusione delle informazioni di prevenzione rese note dalle autorità competenti conformemente a quanto previsto dalla direttiva stessa, si invita a visitare il sito...

Portale Nuovo Coronavirus Ministero della Salute

contenente in particolare:

  1. DECALOGO DELLE REGOLE DA SEGUIRE
  2. NUMERI DI EMERGENZA
  3. CORRETTO LAVAGGIO DELLE MANI .

Nuovo Coronavirus: dieci comportamenti da seguire

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2020-2022

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

http://www2.comune.prato.it/avvisi/2019/archivio17_12_538_446_25.html

Esami anno 2019 per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto

Esame per il conseguimento dei titoli di idoneità professionale per l’esercizio dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto.

16/01/2020 pubblicata errata corrige con determinazione dirigenziale n. 29

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Boggio Ferraris

Mattinata dedicata Emersione delle imprese e del lavoro al Pin di Prato con l'appuntamento inserito nella cornice della tre giorni del Progetto Prato.

A tirare le fila del confronto l'ospite d'onore della mattinata il sinologo Francesco Boggio Ferraris, direttore della formazione alla Fondazione Italia-Cina, e Matteo Biffoni, nella veste di sindaco ma anche di presidente della Provincia.

Puntare tutto sul dialogo e sulla comprensione dei modelli culturali e sociali che stanno alla base dei comportamenti. E' questo l'invito che Boggio Ferraris ha rivolto a Prato e ai pratesi consigliando non di spogliarsi della propria cultura, ma di “capire che cosa indossano gli altri. Su codici e consuetudini le distanze possono essere siderali – ha spiegato il sinologo – In Cina ad esempio l'autore non è mai importante, si parla solo dell'opera, da qui la difficoltà a comprendere diritto d'autore e griffe”.

Dalla “cultura del materasso” sotto la scrivania della multinazionale cinese Huawei per dormire in ufficio, che può aiutare a comprendere meglio l'abitudine dei dormitori nei capannoni, all'obbligo sociale di iniziare ogni rapporto cominciando dai capi e non dagli operatori, Boggio Ferraris ha percorso con la platea dei partecipanti una sorta di breve e suggestivo viaggio nella quotidianità cinese. “Prato è una realtà importantissima nel difficile percorso del dialogo multiculturale, ma corre il rischio di rimanere intrappolata nelle immagini stereotipate stile Iene e Striscia la notizia, e che il lavoro vero, quello rappresentato dai progetti presentati stamani, non emerga”, ha concluso.

Matteo Biffoni

Prato è la città più contemporanea d'Italia, è creativa e multiculturale. La nostra comunicazione a questo deve puntare, valorizzando patrimonio artistico e alta qualità della produzione tessile – ha aggiunto Matteo Biffoni – Costruire il presente e soprattutto il futuro di Prato è una sfida difficile ma entusiasmante. Non solo abbiamo la comunità cinese più grande d'Italia e anche 118 etnie con numeri importanti, ma una fetta del nostro tessuto produttivo parla straniero. E un progetto efficace di città passa anche dal dialogo con queste imprese. I controlli proseguono, troviamo ancora troppe aziende non in regola, ma qualcosa comincia ad andare nel giusto verso. Siamo la prima provincia italiana per esportazioni di tessuti, abbiamo 800 aziende ICT e un sistema scolastico integrato che funziona. Dobbiamo solo raccontarlo meglio”.

l'incontro al Pin

Nel corso dell'incontro sono stati presentati i progetti FACE Xinmianmao, Formazione, autovalutazione e consulenza per l'emersione, rivolto alle aziende a prevalenza titolarità cinese, ASCI, ovvero Agente per lo sviluppo di culture ed imprese, prima fase del progetto integrato, che ha formato una task force di 14 giovani di nazionalità italiana, cinese e rumena in grado di entrare nelle aziende, affiancarle e sostenerle nei processi di emersione, e Integrazione imprenditoriale che, con i tecnici ASCI, prosegue l'attività di check-up delle aziende. Alla mattinata, coordinata dal giornalista di Repubblica Riccardo Staglianò, hanno partecipato il presidente del PIN, Maurizio Fioravanti, l'assessore regionale alle Attività produttive e al Turismo Stefano Ciuoffo, Mauro Soli, responsabile Emersione del Progetto Prato, Franca Ferrara, Dirigente della Provincia di Prato, Cinzia Grassi, Direttore Sophia, Mario Biggeri, direttore Laboratorio Arco – PIN, Luca Giusti, presidente CCIAA Prato, Claudio Bettazzi, presidente CNA Prato, Andrea Cavicchi, presidente Unione Industriale Prato, Moreno Vignolini, vice presidente Confartigianato Imprese Prato.