×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

 

fiume Bisenzio

I canoni per l'utilizzo delle acque pubbliche e per l'occupazione di aree demaniali dal 1° gennaio 2016 non sono più dovuti alla Provincia, ma alla Regione Toscana, a cui sono passate le competenze per la gestione della Difesa del Suolo, compreso il demanio idrico.

La Regione però al momento ha sospeso il pagamento dei canoni, in attesa di rendere omogenei su tutto il territorio regionale i canoni di concessione per l'utilizzo del demanio idrico e delle relative aree e di riequilibrare l'imposizione tributaria. Nella legge di stabilità della Regione infatti (L.R. n.81/2015) si chiarisce che per l'anno 2016 i canoni rideterminati e i correlati tributi regionali verranno riscossi entro il 31 dicembre 2016.