×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

 

Potranno transitare mezzi pubblici e d'emergenza. Presidio di Polizie provinciale e municipale

frana a Ponte di Colle

Sulla frana che ha colpito la SR 325 all'altezza di Carmignanello - Ponte di Colle si continua a lavorare, sia per gli aspetti tecnici che per quelli logistici.

E' confermata la chiusura della strada dalle 23 di stasera alle 6 di domani mattina al traffico privato. In qualsiasi momento è però garantito il transito ai mezzi pubblici, ai mezzi d'emergenza e alle ambulanze attraverso un corridoio d'emergenza. Già predisposto dal 118 il potenziamento dei mezzi di soccorso con l'aggiunta di un ambulanza con infermiere a bordo.

I blocchi del traffico saranno posti a nord e a sud del punto dove si è verificata la frana e sorvegliati in collaborazione dalle pattuglie della Polizia provinciale e di quella municipale giorno e notte. Già la notte scorsa gli agenti della Polizia provinciale hanno presidiato i punti di interruzione del traffico. Al momento sulla strada si viaggia a senso unico alternato con la presenza di movieri.

Nel frattempo prosegue il lavoro del tavolo d'emergenza costituito da Prefettura, Provincia, Regione, Comuni di Cantagallo, Vernio e Vaiano e CAP, che sta predisponendo in queste ore un piano di servizio specifico. Valutate le caratteristiche e l'entità della frana, che ha un fronte di circa 40 metri e un'altezza di 20, partirà l'intervento per mettere in sicurezza il movimento franoso. Nelle prossime ore ci saranno altri aggiornamenti con le informazioni dettagliate sul traffico e sul piano di emergenza.

L'area colpita dalla frana a Ponte di Colle è compresa nel pacchetto del secondo lotto e sarebbe stata molto presto interessata dagli interventi di messa in sicurezza coordinati dalla Provincia, che al momento sono completati all'80%. La sistemazione del versante già nel progetto esistente prevede l'installazione di barriere di contenimento a gradoni che risalgono il versante fino a una quota molto più elevata rispetto alle barriere in cemento attuali. In alto saranno poi sistemate le reti paramassi.

Attualmente a Ponte di Colle sono in corso lavori per la realizzazione della rotonda e l'ultimazione del nuovo tratto di strada regionale che per circa 800 metri sostituisce quello attuale. Il nuovo tracciato fra la Chiesa e il Ponte di Colle permette l'accesso alla strada in sicurezza da e per le abitazioni e le industrie presenti, oltre che al campo di calcio.

Nella seconda metà del 2016 partirà invece l'allargamento della carreggiata alla curva di Usella. Si tratta del progetto, predisposto dalla Provincia, di rettifica del tracciato stradale che consentirà l'allargamento della curva esistente (con un raggio ampio di 120 metri), lo smantellamento della linea aerea Enel che verrà interrata e la realizzazione di un marciapiede per l'accesso in sicurezza dei pedoni alle fermate dell'autobus. Sempre nella seconda metà del 2016 partiranno anche i lavori di messa in sicurezza su tutto il tratto che riguarda la Provincia attraverso un appalto integrato. Si tratta di lavori di asfalto, guard rail e segnaletica nei punti dove sarà necessario da Prato fino al confine con Bologna. Naturalmente questi interventi sono già stati eseguiti nei tratti dove la ristrutturazione è stata completata.