×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

L'allestimento diffuso sull'intero comune chiuderà domenica 13 marzo

PRATO Ultimo fine settimana di apertura per Essere fotografi, la mostra fotografica 'diffusa' allestita contemporaneamente in cinque diversi spazi di Carmignano che unisce autori emergenti a fotografi di fama internazionale. Promosso dall'associazione PhotoLovers, insieme al Comune di Carmignano e la pro-loco, l'allestimento sarà visitabile sabato 12 e domenica 13 marzo dalle 10 alle 19. Nei due fine settimana di apertura, l'inaugurazione è del 26 febbraio scorso, l'esposizione ha registrato un alto numero di presenze e gradimento da parte del pubblico.

L'opera di Raquel Perez in mostra

Ancora due giorni quindi per ammirare gli scatti di Marco Maria D'Ottavi nello Spazio d'arte Alberto Moretti, quelli di Andrea Gasparro nella Sala consiliare del Comune di Carmignano e quelle di Franco Guardascione nel Museo Archeologico di Artimino, ma la mostra prosegue anche negli spazi del Museo della Vite e del Vino di Carmignano e nella Fattoria di Capezzana a Seano. Accanto ad autori conosciuti e apprezzati nel panorama fotografico italiano ed estero si potranno trovare alcuni fotografi emergenti con le loro personali visioni di “La Scena”, un progetto creato durante il corso di Fotografia avanzata dello IED di Milano, coordinato dall’affermata fotografa e artista Silvia Lelli, che fra l'altro subito dopo Carmignano sarà ospitato ad Alessandria.

PHOTOLOVERS: FOTOGRAFIA E TERRITORIO - Il gruppo fotografico PhotoLovers nasce dalla passione e dalla volontà di far conoscere l’arte della fotografia e il territorio dove nasce, Carmignano, facendolo conoscere anche alle realtà extra territoriali e internazionali. PhotoLovers ha l’intento di portare nuovi interessi alla realtà carmignanese, già conosciuta turisticamente per le sue fortune artistiche ed enogastronomiche.