×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

Sabato 2 e domenica 3 aprile sono 4 i musei da scoprire con trasporto e visita guidata gratuita

PRATO – Inizia con un viaggio nella Storia il percorso della nuova rassegna Ti porto al museo … in primavera cheUno scorcio del museo Mumat di Vernio mette a disposizione autobus e visita guidata gratuita per otto musei del territorio. Parte infatti sabato 2 aprile dal Museo della Deportazione di Figline la prima delle 11 date in cartellone che prevedono un abbinamento fra due diverse istituzioni.

Ecco il programma per questo fine settimana. Sabato 2 aprile (alle 15) l'autobus partirà dal piazzale Falcone e Borsellino (Tribunale) per transitare poi da piazza Stazione, piazza Mercatale e piazza del Mercato nuovo per dirigersi poi a Figline al Museo della Deportazione dove si potrà seguire il percorso espositivo che raccoglie le testimonianze e gli oggetti appartenuti ai deportati pratesi e toscani della Seconda guerra mondiale. Conclusa la visita l'autobus accompagnerà i partecipanti alla Casa-Museo Leonetto Tintori di Vainella dove saranno, anche qui, accolti con una visita guidata gratuita che li condurrà alla scoperta della dimora di Tintori, artista a tutto tondo la cui fama è legata principalmente all'arte dell'affresco e del restauro e protagonista dei principali interventi sugli affreschi del Lippi nel Duomo di Prato. E' previsto il pagamento del solo biglietto d'ingresso.

L'arca ideata da Leonetto Tintori e installata nel parco della Casa-MuseoStesso orario di partenza (le 15 da piazzale Falcone e Borsellino) e percorso per la navetta che domenica 3 aprile porterà i visitatori a scoprire due importanti realtà della Val di Bisenzio, la Badia di San Salvatore a Vaiano e il Museo MUMAT, Museo delle macchine tessili di Vernio. Un abbinamento fra due musei che non è solo territoriale ma anche tematico e lega la Badia, e la scoperta di alcune vasche trecentesche che costituivano la gualchiera del monastero (dove venivano rifiniti i panni di lana dopo la lavorazione tessile), con il Mumat e il suo passato industriale tessile fatto di macchinari, filande, carde e telai. Documenti storici indicano che i monaci di Vaiano gestivano diversi opifici industriali come mulini e gualchiere ecc., se nel Mumat sono custodite le macchine tessili dall'Ottocento in poi, nella Badia di Vaiano c'è la "preistoria" dell'industria pratese. Per questi due musei, oltre alla visita guidata, è gratuito anche l'ingresso.

Il cartellone di Ti porto al Museo, fatto di storie, curiosità ed esperienze, prosegue durante i mesi di aprile, maggio e giugno mettendo insieme il piacere di un pomeriggio trascorso in alcuni dei luoghi più suggestivi della provincia e il desiderio di saperne di più sui manufatti etruschi o i tesori del convento, le stelle cadenti o i colori degli affreschi. Gli otto musei coinvolti nell'iniziativa sono: Centro di Scienze naturali, Museo di Scienze Planetarie, Museo della Deportazione e Resistenza di Figline, Museo Casa Leonetto Tintori, Museo Archeologico di Artimino, Museo Ardengo Soffici, Museo della Badia di San Salvatore a Vaiano e MUMAT Museo delle macchine tessili di Vernio.

Le quattro diverse fermate della navetta gratuita sono contrassegnate da appositi totem che richiamano l'iniziativa. Per partecipare non è necessaria la prenotazione e la partecipazione è libera fino a esaurimento posti, sono esclusi i costi di ingresso al museo dove previsti.

INFO 0574 534231 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., prato.tiportoalmuseo.it