×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

Taglio del nastro l'incontro al Politeama con lo scrittore e giornalista Luigi Garlando. In platea circa 900 studenti delle scuole medie pratesi

PRATO – Il Teatro Politeama gremito di ragazzi ha accolto questa mattina il giornalista e scrittore Luigi Garlando e ha dato il via ufficiale alla manifestazione un Prato di libri il Festival della lettura per bambini e ragazzi.

Sul palcoscenico anche lo scrittore Roberto Parmeggiani che ha intervistato Garlando e ha condotto l'incontro. Ad aprire e chiudere l'appuntamento i saluti degli assessori all'istruzione di Prato Maria Grazia Ciambellotti e di Carmignano Sofia Toninelli.

Circa 900 gli studenti delle scuole medie dell'intera provincia pratese hanno infatti salutato l'autore di Per questo mi chiamo Giovanni e della serie Gol e con lui hanno dialogato sul tema della legalità. Moltissime le domande, appassionate e ricche di contenuti le risposte dello scrittore che per quasi due ore ha parlato ai ragazzi di mafia e bullismo, del valore dello sport 'pulito' e dell'importanza del “coltivare sempre l'integrità senza mai voltare la faccia, anche quando pare la scelta più difficile da fare. La legalità è come un muscolo – ha detto Garlando - Deve essere continuamente tenuta in allenamento, iniziando proprio da quando si è piccoli come voi.”

Questa iniziativa coinvolge le scuole, il volontariato e la città in un percorso di attenzione e di riflessione sulle potenzialità della lettura e della cultura in generale – ha ricordato Ciambellotti - E’ bello vedere i ragazzi confrontarsi con l’autore di cui hanno letto i libri. Credo che per loro sia stata un’esperienza fantastica”.

L'incontro di oggi è stato un momento formativo molto importante – ha aggiunto Toninelli – Le parole e le riflessioni che Garlando ha trasmesso con sua passione e semplicità sono di stimolo per una crescita consapevole dei ragazzi.”

un Prato di libri è organizzato da Il Geranio Onlus con il contributo e il patrocinio di Regione Toscana, Provincia e Comune di Prato, dei Comuni di Cantagallo, Vernio, Vaiano, Montemurlo, Poggio a Caiano e Carmignano, oltre a tantissime associazioni operanti nel sociale.

SABATO 9 APRILE, GLI APPUNTAMENTI – Le molteplici e variegate iniziative della rassegna proseguono sabato 9 aprile (dalle 9,30) con la libreria su bus LibroBUSinCap in piazza Duomo e il Cosbook. Tantissimi i laboratori, si spazia dal coderdojo alle 15 nel palazzo del Comune, alle avventure sugli alberi insieme al Parco avventura Boscotondo in piazza Mercatale dalle 10 alle 19, ci sono poi i laboratori di scrittura, musicali, di pasticceria o a tema storico (Museo dell'Opera del Duomo ore 11). Per gli amanti della natura dotati di curiosità è invece in programma (alle 15) l'escursione alle Cascine di Tavola, molti anche gli incontri con gli autori: Sara Passi e Marco Milanesi (Tonino e la sua stella, ore 15,30 Palazzo Datini), Roberto Innocenti coinvolto nel workshop con il maestro pasticcere Paolo Sacchetti (Palazzo Pretorio ore 16). Alle 16 in piazza del Comune parte la maratona di lettura a voce alta coordinata dall'attore Fabio Mascagni.

Momento clou l'attesissimo spettacolo di Gek Tessaro Il cuore di Chisciotte (sabato 9 aprile alle 18,15 con una Overture a cura del Coro Euphonios alle 17,45) al Teatro Politeama. Chiude la giornata la notte bianca a Carmignano insieme al 'raccontalibri' Sergio Guastini.

Il programma completo è sul sito www.ilgeranio.eu e la pagina facebook di Un Prato di libri. Alcuni eventi prevedono la prenotazione e il pagamento di un biglietto di ingresso, per informazioni chiamare 335/5283717. Il ricavato della manifestazione è devoluto ai progetti di integrazione dei bambini con disabilità supportati dall’associazione.