×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

Manfrida ed Eisemberg: “Partecipanti a quota 940, splendida accoglienza da parte dei pratesi. Congresso di altissima qualità scientifica”

PRATO – “E' stata una bella sfida che abbiamo vinto tutti insieme, un modello operativo per sviluppare un segmento di turismo di qualità su cui vale la pena di lavorare. Ringrazio la Società italiana di psicologia e psicoterapia e il suo presidente Gianmanrco Manfrida che ha scelto Prato come sede del congresso internazionale e gli operatori economici pratesi che hanno dimostrato entusiasmo e una qualificata capacità di accoglienza”. E' più che soddisfatta l'assessore allo Sviluppo economico e Turismo, Daniela Toccafondi, del bilancio congresso internazionale Sippr Il viaggio del modello sistemico: territori conosciuti e orizzonti da esplorare in psicoterapia relazionale, iniziato venerdì e conclusosi ieri al Politeama con un bilancio lusinghiero sia sul fronte delle presenze che su quello della qualità dell'accoglienza.

L’evento – una sorta di prova generale di turismo congressuale “diffuso” - è stato finanziato esclusivamente dagli organizzatori con un investimento di circa 40 mila euro ed è riuscito a creare un significativo indotto economico per alberghi, ristoranti, bar, e negozi. Al congresso hanno partecipato infatti 940 psicoterapeuti sistemico relazionali che lavorano in Italia e in Europa. La plenaria di apertura svoltasi al Teatro Politeama ha visto la presenza contemporanea di 850 iscritti, e l'evento ha raggiunto sui social network oltre 15 mila persone.

Vogliamo ringraziare la città, che in questi giorni ha mostrato la sua faccia più ospitale, il Comune, la Provincia, Confcommercio, Confesercenti, il Teatro Politeama e i ragazzi dell’Istituto Datini che ci hanno sostenuto nell'organizzazione di un evento così articolato. Tutto è andato a gonfie vele grazie all’ottima messa in rete delle grandi risorse del territorio: anche questo, per noi, significa essere relazionali”, Erica Eisenberg, psicoterapeuta e docente della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia CSAPR di Prato, si unisce alla soddisfazione collettiva per l'evento.

E c'è molto di più. "Non è solo dai numeri che deriva la nostra soddisfazione - dice Gianmarco Manfrida, organizzatore dell’evento, psicoterapeuta di prestigio internazionale, direttore della scuola di specializzazione pratese - Il congresso è stato caratterizzato da una qualità scientifica altissima. Negli oltre 230 interventi abbiamo parlato di prevenzione e di clinica, si sono approfondite tecniche e nuovi argomenti”. Fra i nomi di rilievo presenti in città Philippe Caillé, Juan Luis Linares, Luigi Cancrini, Matteo Selvini, Peter Stratton, Camillo Loriedo, Alfredo Canevaro.

L'approccio sistemico relazionale, che proprio in Italia esprime le più alte competenze, è una realtà non solo terapeutica ma anche sociale e culturale che da decenni opera prendendosi cura di individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni. "Quello che è successo a Prato è un evento importante non solo per la Sippr e i suoi soci – fa notare Daniela Tortorelli, presidente del CSAPR, il Centro studi pratese - Crediamo infatti che il nostro modello di intervento sia una modalità esportabile anche fuori dalle stanze di terapia e adattabile a livelli più ampi, comunitari e sociali".