×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

Domenica 15 maggio in piazza Mercatale 'spaccio' del lievito e tante occasioni per scambiarsi idee e ricette

PRATO – Torna a Prato il “Pasta madre day”, l'iniziativa promossa a livello nazionale dagli spacciatori di lievito madre. Nella nostra città l'iniziativa, che ha il patrocinio di Provincia e Comune di Prato, vede coinvolti DolceLab di Confartigianato, l'associazione Gran Prato e il gruppo Pasta Madre fatto di appassionati cultori di ricette raffinate che utilizzano il prezioso lievito naturale.

Questa mattina l'assessore allo sviluppo economico del Comune Daniela Toccafondi, insieme alla food-blogger Stefania Storai, Marco Masini direttore di Dolce Lab il laboratorio di Confartigianato e Sergio Fiaschi del panificio Fiaschi hanno presentato il cartellone di iniziative in programma per domenica 15 maggio, dalle 10 alle 18, sotto il loggiato di piazza Mercatale.

Ti piace il pane e hai voglia di farlo da solo? Magari anche con ingredienti sani e genuini riscoprendo i gusti di una volta e con una lievitazione completamente naturale? Se la risposta è si, l'occasione per scoprire come fare arriva domenica 15 maggio con la sesta edizione del Pasta Madre Day. Slogan scelto nel 2016 è “Un dono che passa di mano in mano” e in effetti i volontari del gruppo “La pasta madre” con in testa Stefania Storai distribuiranno gratuitamente dosi di lievito madre, ma anche informazioni su come 'avviare' la pasta madre e consigli sulle tecniche di rinfresco e conservazione.

L'iniziativa valorizza un comparto molto importante della nostra realtà produttiva – ha dichiarato Toccafondi – Ancora prima che per il tessile e la moda Prato era già conosciuta per l'antica arte della panificazione e per la sua bozza.”

Fiaschi e Masini hanno ricordato come l'evento aiuti non solo la riscoperta di un metodo di realizzazione del pane più sano, “a differenza del lievito di birra la pasta madre consente una maggiore digeribilità e conservabilità grazie alla presenza di una moltitudine di fermenti attivi che hanno un impatto salutare sul nostro organismo”, hanno sottolineato Masini e Fiaschi, ma consente anche di riappropiarsi di un momento di socializzazione e di condivisione con la famiglia e gli amici realizzando insieme il pane da condividere sulla tavola.

A ospitare questa edizione del Pasta Madre Day è la pasticceria Fiaschi, sotto le logge di piazza Mercatale, dove sarà possibile seguire dal vivo tutte le fasi della realizzazione del pane. Fra le 'spacciatrici' del prezioso lievito – che se rinfrescato si rigenera all'infinito – ci saranno Ilenia Tinti, Tiziana Gucci e Tatiana Nesi del gruppo “La Pasta madre”. Alle 17 lo chef Claudio Vincenzo si metterà a disposizione dei partecipanti e presenterà alcune ricette speciali realizzate con il pane e la pasta madre. Su prenotazione, ma i posti disponibili stanno esaurendo, alle 10,30 e alle 17 sarà anche possibile “mettere le mani in pasta” e lavorare il Toscano con la farina Granprato prodotta dal Molino Bardazzi. Sui social si potranno seguire i diversi eventi con l'hashtag #pmday2016.

La giornata dedicata alla pasta madre intende accendere i riflettori su questo lievito naturale e su un metodo di panificazione che sta vivendo una felice riscoperta, attualmente viene infatti utilizzato dai panificatori alla ricerca di sapori tradizionali ed è indispensabile nella preparazione di dolci particolari, come il panettone e la colomba pasquale, e alcuni tipi di pane.