ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

ELEZIONI PROVINCIALI 2019

Al seguente link è consultabile il sito per le ELEZIONI PROVINCIALI 2019:

https://elezioni2019.provincia.prato.it

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

 Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

Avviso per antenne antidiscriminazione

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti dell'esame

 

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada.   Esiti dell'esame

 

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

palazzo BuonamiciIl Consiglio provinciale ha approvato il conto consuntivo 2015 con i voti favorevoli del Pd e quello contrario del consigliere Andrea Bonacchi di Forza Prato Insieme e anche, all'unanimità, gli indirizzi generali dell'organizzazione degli uffici e dei servizi.

Nel consuntivo della Provincia 4,5 milioni di investimenti realizzati su strade, per proseguire i lavori della SR 325 e affrontare gli eventi franosi in Val di Bisenzio, difesa del suolo, con interventi sul Bisenzio e sul torrente Calice, e edilizia scolastica. La dirigente del Bilancio Rossella Bonciolini ha spiegato come le difficoltà di gestione siano state enormi. All'amministrazione provinciale nel 2015 è stato chiesto dallo Stato un rimborso di oltre 15 milioni di euro, il doppio del 2014. Nonostante la Provincia conti oltre 32 milioni di euro di avanzo di amministrazione le possibilità di spesa e di investimento sono state quindi molto ridotte. Inoltre l'entità del rimborso allo Stato e il mancato perfezionamento della vendita di alcuni immobili commerciali di palazzo Buonamici, a causa del ritardo con cui la Sovrintendenza ha espresso il parere, hanno provocato il superamento tecnico del patto di stabilità per 1,6 milioni.

E necessario cambiare le regole economiche e finanziarie, con quelle attuali governare è una strada a ostacoli”, ha commentato il presidente della Provincia Matteo Biffoni e, rispondendo a una sollecitazione di Bonacchi riguardo al futuro dell'ente, ha spiegato che tutto è legato all'esito del referendum costituzionale del prossimo ottobre. Anche il vice presidente della Provincia Emiliano Citarella e il capogruppo Pd Alberto Vignoli hanno sottolineato l'impossibilità di governo politico dell'ente, stante la rigidissima normativa che tiene praticamente in ostaggio finanziario le Province.

Il segretario della Provincia Roberto Gerardi ha poi parlato delle misure che si stanno attivando per migliorare l'organizzazione e la funzionalità dell'ente, principalmente alcune convenzioni con altri enti per trovare sinergie soprattutto sulla dirigenza tecnica.