AVVISO DI AGGIORNAMENTO DELL’ELENCO DI NOMINATIVI E CURRICULA DI PROFESSIONISTI DA INTERPELLARE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI TECNICI

AVVISO DI AGGIORNAMENTO DELL’ELENCO DI NOMINATIVI E CURRICULA DI PROFESSIONISTI DA INTERPELLARE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI TECNICI DI IMPORTO INFERIORE A 40.000€ (APPROVATO CON LA DETERMINA DIRIGENZIALE N. 571/2018)

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni  

AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI, STAGIONE SPORTIVA 2019/2020

SCADENZA: 31 LUGLIO 2019 ORE 13.00

vedere allegati

Esami idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Anno 2019: 1 Sessione d'esame del giorno 29 Maggio. Esiti

Esami idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Anno 2019: 1 Sessione d'esame del giorno 29 Maggio. Esiti

ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio - RETTIFICA - Elenco candidati ammessi ed esclusi

RETTIFICA - Elenco candidati ammessi

 

ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Polizia provinciale posa cartelli 1Cartelli informativi per segnalare il pericolo di avvelenamento per i cani. Li posizionerà a Bagnolo la Polizia provinciale, in accordo con il Comune di Montemurlo, per avvertire i cittadini della possibile presenza di esche tossiche. I cartelloni informativi saranno posizionati privilegiando i punti di accesso pedonali e stradali e riporteranno la dicitura “attenzione bocconi avvelenati” con le relative norme di riferimento. La posa avverrà grazie all'ausilio di personale volontario.

Negli ultimi anni sono stati 5 i casi di avvelenamenti di cani con esche tossiche segnalati a Bagnolo da cittadini e veterinari alla Polizia provinciale – dice il Comandante Michele Pellegrini - Di questi 5 purtroppo uno è deceduto mentre fortunatamente gli altri 4 sono stati recuperati. I cartelli non vogliono creare allarme ma piuttosto informare i cittadini dell'eventuale presenza di bocconi avvelenati e soprattutto sensibilizzarli sulla problematica e incoraggiarli a collaborare con noi all'individuazione dei responsabili di questa pratica, non solo illegale ma particolarmente crudele.”

L'utilizzo di esche avvelenate è un crimine punito penalmente. La Polizia provinciale, autorità alla quale la Regione Toscana delega la competenza per le indagini, per ogni caso segnalato si occupa di inviare i campioni di organi prelevati da animali deceduti, o le esche rinvenute, al competente Istituto zooprofilattico per le analisi Polizia provinciale posa cartelli 2tossicologiche e svolge indagini per di risalire all'autore dell'episodio illecito.

Generalmente si ricollega la pratica dell'uso dei bocconi avvelenati nelle zone agricole e boschive per una errata gestione della fauna mentre in ambiente urbano fa seguito a dissidi condominiali, con casi di animali domestici avvelenati all’interno di proprietà private (giardini privati, recinti, strade ecc.). La pratica sta emergendo anche negli spazi pubblici, con grave pericolo anche per l'incolumità delle persone, quando gli animali sono percepiti come fattore di disturbo.

Come sempre l'invito degli agenti di Polizia provinciale è di segnalare attraverso il numero di telefono 337-317977 o il sito internet www.provincia.prato.it, qualsiasi situazione ritenuta anomala o a fornire eventuali indicazioni dei possibili responsabili.