ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DEI TITOLI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTATORE DI MERCI E PERSONE 1° Sessione d’esame anno 2019 - 29 Maggio Elenco candidati ammessi

Elenco candidati ammessi (Approvato con determinazione dirigenziale n. 542 del 23.05.2019)

 

PRIMA SESSIONE ESAME AUTOTRASPORTATORI 2019

Calendario per la prima sessione dell'esame per autotraportatore di cose e merci e relativi moduli

Diario delle prove - Concorso ingegnere

Per tutti i dettagli cliccare qui

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DA DESTINARE A SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Scadenza ore 13.00 del 1/4/2019

 

 

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

Nomina e designazione dei rappresentanti della Provincia di Prato in enti, aziende, istituzioni e società partecipate - come candidarsi

ELEZIONI PROVINCIALI 2019

Al seguente link è consultabile il sito per le ELEZIONI PROVINCIALI 2019:

https://elezioni2019.provincia.prato.it

Selezioni pubbliche in corso

Cliccare qui per tutte le informazioni

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

Consultazione pubblica per suggerimenti sul piano per la prevenzione della corruzione e dell'illegalità 2019-2020

 Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link:

Avviso per antenne antidiscriminazione

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada. Esiti dell'esame

 

Esami anno 2018 per idoneità professionale autotrasportatore di merci per conto terzi e di persone su strada.   Esiti dell'esame

 

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Contenere i costi per l'acquisto dei libri e rendere la scuola maggiormente inclusiva limitando le barriere economiche. Parte da questo presupposto il lavoro portato avanti dai ragazzi della Federazione degli Studenti che hanno primo sondato fra i compagni l'esistenza del problema e poi hanno prodotto due proposte per combatterlo.

FdS 1I progetti elaborati sono stati presentati questa mattina da Maria Rita Paratore, portavoce della FdS, insieme a Marta Logli, Matteo de Liguori, Giulia Cuzzavaglio e Lorenzo Palumbo che si sono occupati della stesura dei progetti, accompagnati dalla consigliera provinciale, con delega alla pubblica istruzione, Paola Tassi.

Un sondaggio fra gli studenti, oltre treimila i ragazzi coinvolti nelle scuole superiori, per dare voce a una esigenza sentita: limitare i costi di acquisto per i libri scolastici e favorire così l'inclusione scolastica anche della famiglie meno abbienti. Ma non solo. Risultati alla mano la Federazione degli studenti propone anche possibili soluzioni: favorire il comodato d'uso e limitare le nuove edizioni e agevolare l'uso di nuove tecnologie e strumenti digitali nella didattica.

Siamo partiti dai dati presentati dall'osservatorio scolastico provinciale che evidenziano si un calo dell'abbandono scolastico, ma che ancora registra numeri a due cifre (il tasso è del 17,8%) – ha detto Maria Rita Paratore – Ci siamo domandati se i costi economici fossero un fattore discriminante per le famiglie e abbiamo chiesto agli studenti di dare il loro parere”. Dopo un confronto con i dirigenti scolastici i ragazzi della Federazione hanno somministrato un questionario ai propri compagni. I risultati evidenziano che mediamente nei 4 istituti superiori coinvolti (Livi, Buzzi, Copernico e Cicognini, oltre tremila i partecipanti al sondaggio) l'85% trova eccessiva la spesa dei libri scolastici, si parla di una cifra che si aggira fra i 300 e i 400 euro annuali a famiglia con percentuali del 91,70% e 97% rispettivamente al Copernico e al Cicognini. A questo risultato si affianca l'esigenza di limitare le nuove edizioni (lo indica il 98,93% di studenti al Livi), ed è sentita come necessità anche la riduzione del costo dei libri extrascolastici (narrativa o saggistica che completano la didattica), lo chiede l'88% dei ragazzi. Anche il ruolo delle nuove tecnologie (tablet, e-book) è entrato nel questionario, altrettanto chiari i risultati: il 60% li ritiene utili come mezzo integrativo (63,59% al Buzzi, 51,59% al Cicognini).

Dal confronto aperto con i dati dei sondaggi i ragazzi dalla Federazione degli Studenti hanno sviluppato due linee di intervento. La prima propone una sinergia fra enti locali e autonomie scolastiche per ridurre il caro-libri. “Favorire il comodato d'uso magari impegnandosi con l'istituzione di un fondo per l'acquisto dei libri - hanno proposto Matteo de Liguori e Marta Logli - e limitare le nuove edizioni invitando le scuole a sostituire i testi con edizioni già correnti, così da coniugare la libertà di insegnamento dei docenti e le necessità delle famiglie.”

La consigliera provinciale Paola Tassi si è impegnata a lavorare sulle proposte presentate e ha al tempo stesso ricordato che esiste la possibilità per le famiglie di accedere ai contributi economici per l'acquisto dei libri messi a disposizione grazie al “Pacchetto scuola”.

La seconda proposta dei ragazzi coinvolge infine le nuove tecnologie. “E' necessario investire anche nella didattica attraverso le risorse digitali, favorire l'uso di strumenti come i tablet o gli e-book che richiedono minori investimenti – hanno ricordato Giulia Cuzzavaglio e Lorenzo PalumboPer favorire questo aspetto sarebbe utile incrementare anche il potenziamento degli accessi alla rete da parte degli istituti.”

Passo successivo della campagna della Federazione degli Studenti è il prossimo incontro con la consigliera regionale Ilaria Bugetti che si è già resa disponibile ad ascoltare le istanze, i progetti e le idee dei ragazzi.