×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.
Stampa

Conti in equilibrio (nonostante il prelievo statale di oltre 19 milioni) grazie all'utilizzo dell'avanzo di amministrazione. Garantiti i lavori sulla SR 325, alcuni interventi sulle provinciali, per le scuole superiori e il Ponte Manetti

palazzo Buonamici

Il Consiglio provinciale ha approvato a maggioranza ieri pomeriggio il bilancio di previsione 2016, con i voti a favore del Pd. Roberto Cenni ha partecipato al dibattito e votato contro in sede di adozione, ma non era presente all'approvazione.

Il presidente della Provincia Matteo Biffoni ha presentato il provvedimento spiegando, insieme alla dirigente Rossella Bonciolini, che l'equilibrio dei conti è stato raggiunto, nonostante gli oltre 19 milioni di prelievo dello Stato, grazie alla possibilità concessa alle Province per quest'anno di utilizzare gli avanzi di amministrazione.

Abbiamo potuto utilizzare 8,2 milioni di avanzo e chiudere così in pareggio garantendo il proseguimento dei lavori sulla SR 325, gli interventi sulla Provinciale 2 e quelli sulle scuole, oltre a quello per il Ponte Manetti – ha detto Biffoni – Le spese sono state ridotte ancora e quella per il personale è scesa ben al di sotto del 50% previsto dalla legge. Stiamo lavorando sul patrimonio immobiliare per mettere a valore gli spazi”.

Il piano terra di palazzo Novellucci sarà presto occupato da uffici regionali che pagheranno l'affitto e così palazzo Massai e palazzo Ceri, mentre il personale rimasto dell'amministrazione provinciale sarà tutto concentrato a palazzo Buonamici. Già stipulato anche uno dei contratti di vendita dei fondi commerciali, per gli altri ci vorrà qualche settimana, ma complessivamente saranno recuperati con questa operazione 1,3 milioni.

Il capogruppo Alberto Vignoli nell'esprimere il voto favorevole del Pd ha parlato di “bilancio positivo che dà risposte a esigenze concrete”, ma si è detto preoccupato “perché solo grazie a un emendamento del Governo le Province sono state in grado di far quadrare i conti. Mi auguro che il bilancio 2016 – ha concluso - l'ultimo di cui si occuperà questo Consiglio, sia anche l'ultimo con queste difficoltà”.

Roberto Cenni (Per Prato) nel corso del dibattito ha manifestato preoccupazione per le difficoltà di bilancio e ha chiesto approfondimenti, per esempio sulla divisione patrimoniale dalla Provincia di Firenze.