×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

L'iniziativa all'interno della “Giornata dell'Arte” che si è svolta ieri al Dagomari

 

Si è concluso con un'ultima lezione-concerto e con la consegna agli studenti degli attestati di partecipazione il progetto Scuola dopera 1A scuola d'opera, promosso da Orizzonti Armonici. Il percorso di educazione musicale, che ha visto la partecipazione di circa 40 di alunni degli istituti Marconi, Gramsci-Keynes e Dagomari, è iniziato a ottobre e ha coinvolto gli studenti in lezioni teoriche sulla conoscenza della storia della musica ma anche in un viaggio emozionale attraverso il teatro d’opera.

 

 

La consegna degli attestati, da parte di Barbara Boganini sovrintendente della Camerata Strumentale e di Goffredo Gori collaboratore e formatore per il progetto, è avvenuta in occasione della “Giornata dell'Arte” promossa all'istituto Dagomari. I musicisti della Camerata Strumentale “Città di Prato”, Francesca Boem all’arpa e Daniele Iannaccone al violino, sono stati invece i protagonisti dell'ultima lezione-concerto. Come omaggio al viaggio musicale che ha portato gli studenti anche alla Scala di Milano per La cena delle Beffe del pratese Sem Benelli, il programma della lezione era composto da musiche operistiche di Donizetti, Massenet e Verdi.

 

Il progetto A scuola di opera dell'associazione Orizzonti Armonici, che ha il patrocinio di Provincia e Comune di Prato, ha visto coinvolti anche la Camerata Strumentale “Città di Prato”, Goffredo Gori, Daniele Iannaccone, Francesca Boem ed i maestri Pietro De Maria, Giovanni Nesi e Roberto Prosseda.