Home Page » News e comunicati » Via alla stagione della caccia con due giornate di preapertura

Via alla stagione della caccia con due giornate di preapertura

caccia
gio 31 ago, 2023

E’ stata ufficialmente fissata la preapertura della caccia per le giornate di sabato 2 e domenica 3 settembre, mentre la stagione venatoria avrà inizio a partire da domenica 17 settembre fino al 31 gennaio, quando potrà essere esercitata tutti i giorni ad eccezione del martedì e del venerdì dove vige il silenzio venatorio.

Scatta dunque una nuova stagione che vedrà impegnato il Corpo di Polizia Provinciale e le Guardie Venatorie Volontarie nel controllo del territorio allo scopo di garantire il rispetto delle norme e la sicurezza dei cittadini, con particolare attenzione rivolta alle distanze prescritte dalla legge e agli atti di bracconaggio. Numerose saranno le pattuglie impiegate nel lavoro di monitoraggio, opportunamente distribuite su tutto il territorio provinciale.

Nel periodo che precede l’apertura generale, dall’11 al 16 settembre, come ogni anno, la Polizia Provinciale si metterà a disposizione dei cacciatori organizzando due serate di incontri – uno sul territorio della piana e uno in vallata – al fine di spiegare le nuove normative vigenti ed il corretto comportamento da tenere durante l’esercizio della caccia.

La Polizia Provinciale sottolinea che nelle giornate di preapertura di sabato 2 e domenica 3 settembre la caccia potrà essere svolta come di seguito specificato:

-la caccia dovrà essere esercitata da appostamento fisso o temporaneo (è vietata la caccia vagante) ed esclusivamente nell’ATC di residenza venatoria;

-le specie consentite saranno la tortora selvatica (massimo 5 capi), la tortora dal collare orientale (massimo 10 capi), il piccione (massimo 20 capi) e lo storno (massimo 20 capi);

- dovrà essere obbligatoriamente utilizzato il tesserino digitale per tutte le specie sopra elencate;

- la caccia è consentita dalle ore 6.00 alle ore 19.00 (ora legale);

-la caccia non è consentita all’interno delle zone di protezione speciale (ZPS);

-nelle giornate di preapertura possono essere utilizzati stampi anche delle specie non di riferimento ad eccezione degli stampi della specie di storno e non possono essere utilizzati richiami vivi;

- la caccia al piccione e alla tortora dal collare può essere esercitata esclusivamente nei terreni ove sono state seminate o sono presenti coltivazioni di cereali autunno vernini, cereali a semina primaverile o oleoproteaginose (girasole, soia, colza, fava, favino, pisello, cece, cartamo, limo) nonché in prossimità degli stessi per un raggio di 100 metri, nel periodo compreso dalla semina alla raccolta del prodotto;

-la caccia allo storno deve essere effettuata nei vigneti, uliveti e frutteti, nonché in prossimità degli stessi per un raggio di 100 metri, infine il prelievo è consentito anche in presenza di nuclei vegetazionali sparsi (almeno due piante) purché in piena terra, in presenza del frutto pendente e nei terreni in cui sono in atto sistemi dissuasivi incruenti a protezione delle colture.

La Polizia Provinciale precisa, inoltre, che tutti i capi di selvaggina migratoria (tortora selvatica) dovranno essere tempestivamente annotati sul tesserino al momento dell’abbattimento accertato, mentre i capi di selvaggina oggetto di deroga (piccione, storno e tortora dal collare) possono essere annotati subito dopo il recupero.

Invitiamo i cacciatori al pieno rispetto delle norme – ha dichiarato il Comandante della Polizia Provinciale Michele Pellegriniribadendo la nostra completa disponibilità a fornire informazioni e a ricevere richieste e segnalazioni al nostro numero di pronto intervento”

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

Il Corpo di Polizia provinciale continua ad intensificare le attività investigative contro il bracconaggio e per la corretta detenzione di armi e munizioni da caccia. Nei giorni scorsi, a seguito di un’approfondita indagine, il personale del Comando ....
lun 01 lug, 2024
A seguito di numerose segnalazioni riguardanti la presenza di cinghiali nei giardini della Sacra Famiglia a Prato, e della successiva richiesta di intervento da parte del Comune e di relativa autorizzazione da parte della Regione Toscana, il Comandante ....
gio 11 apr, 2024
Durante la stagione venatoria, conclusasi il 31 gennaio 2024, la Polizia Provinciale ha svolto costanti e mirati servizi antibracconaggio nelle zone di campagna del territorio provinciale. Negli ultimi giorni di caccia gli agenti del Corpo hanno messo ....
mar 06 feb, 2024
Il 2023 è stato caratterizzato dalla costante presenza sul territorio degli agenti del Corpo di Polizia Provinciale, contrassegnata dal grande impegno profuso nelle materie di competenza, dall’ambiente alla tutela degli animali, dal controllo dell’attività ....
gio 01 feb, 2024